COME SCEGLIERE UNA FRIGGITRICE PROFESSIONALE

Come scegliere la friggitrice professionale: tipologie e consigli d’uso

Coloro che svolgono un’attività di ristorazione dovranno garantire alla propria clientela preparazioni alimentari diversificate e di qualità. Nelle cucine di friggitorie, pasticcerie e bar, non potrà mancare la friggitrice professionale. Attraverso questo articolo scoprirai come scegliere una friggitrice professionale industriale adatta alla ristorazione, in modo particolare per pasticcerie e bar.

 

Cosa valutare prima di acquistare una friggitrice professionale

 

Prima di acquistare una friggitrice professionale si dovrà valutare attentamente la capacità di frittura. Questa è ovviamente connessa con l’abituale numero di clienti che si andrà a servire quotidianamente.

Una nuova attività potrà orientarsi verso una friggitrice con vasca unica, facilmente affiancabile ad una nuova, in caso la clientela dovesse incrementare, mentre per le attività con un numero maggiore di ordini, ma solo in determinati periodo della settimana, allora la soluzione ideale sarà una friggitrice con doppia vasca a elementi funzionanti singolarmente. In questo modo si eviteranno sprechi.

Le friggitrici da banco garantiscono una capacità che varia dai 2 fino ai 10 litri per vasca, mentre quelle su mobile possono raggiungere i 22 litri per vasca.

 

Friggitrice industriale. Caratteristiche

 

Spesso le friggitrici domestiche vengono definite anche professionali, poiché possiedono caratteristiche tali da consentire una qualità di frittura simile a quella eseguita dai professionisti. Tuttavia esiste una sostanziale differenza tra una friggitrice domestica e una friggitrice professionale per ristorazione!

Le friggitrici industriali, infatti, possiedono non solo una struttura più solida, interamente realizzata in acciaio INOX, ma garantiscono anche prestazioni funzionali studiate appositamente per affrontare grandi quantità di fritto.

 

Friggitrice professionale da banco

 

Questa categoria di friggitrici professionali sono realizzate per essere appoggiate su una superficie piana. Esse non richiedono ampi spazi o installazioni particolari. Le friggitrici da banco sono ideali per coloro che non dispongono di cucine spaziose o per chi ha un chiosco o un’attività da ambulante.

Possono essere a gas o elettriche, con vasca singola o doppia. La loro struttura sarà comunque robusta e funzionale.

 

Friggitrice professionale da Bar

 

Il mercato dispone anche di friggitrici elettriche per snack. Realizzate in acciaio INOX, esse possono essere collocate in ogni parte del locale. Le friggitrici da bar garantiscono un’alta sicurezza, infatti, la loro struttura esterna non si surriscalda, e presentano un dispositivo di spegnimento automatico, che si attiva quando la temperatura dell’olio risulta essere troppo alta. Inoltre sono anche dotate di camino di aspirazione dei vapori di frittura.

 

Friggitrice professionale per pasticceria

 

I pasticcieri dovranno acquistare friggitrici dotate di cestelli ampi, dalla forma rettangolare o quadrata, e dal doppio manico. La scelta è molto vasta, vi sono infatti, modelli a gas o elettrici, da banco, manuali o automatici. Anche le dimensioni sono particolarmente variabili. Per ovviare un eccessivo consumo di olio, le friggitrici migliori presentano le resistenze esterne alla vasca, così da recuperare anche in termini di spazio.

 

Olio per friggere e punto di fumo

 

L’olio per friggere più salutare è senza dubbio l’olio d’oliva, tuttavia questo presenta un prezzo proibitivo quando si utilizza in grandi quantità. Un ottimo compromesso è rappresentato dall’olio di mais o di arachidi. Questi raggiungono un punto di fumo che si aggira intorno ai 160°/180° ed entrambi sono caratterizzati da un prezzo più economico.