Per arredare una pizzeria, pochi elementi ma essenziali

Per arredare una pizzeria, pochi elementi ma essenziali

Quando si decide di investire su stessi aprendo una propria attività nel settore della ristorazione la prima fase del successo nasce dalla razionalizzazione dell’investimento iniziale, sviluppando nel dettaglio il progetto raccogliendo tutte le informazioni utili alla sua realizzazione.
Ma il campo della ristorazione è molto ampio, quindi cerchiamo di analizzare l’idea progettuale per aprire una pizzeria.

Come per ogni attività di ristorazione anche per aprire una pizzeria bisogna porre un attenzione particolare sull’acquisto delle attrezzature di base che dovranno essere scelte di qualità e prevedendo magari anche un eventuale ampliamento delle attività.
Quindi quando scegliamo le attrezzature dobbiamo anche pensare allo sviluppo che la nostra attività può avere nel tempo. Questo ci permetterà di non doverle cambiare dopo breve tempo perdendo sull’investimento iniziale.

Impastatrice a spirale

Una delle attrezzature più importanti per una pizzeria è una buona impastatrice a spirale.
Un buon impasto è fondamentale per ottenere una pizza di qualità, quindi è fondamentale scegliere un ottima impastatrice.
Generalmente le sue caratteristiche tecniche sono finalizzate ai diversi utilizzi che si fa di queste macchine e al riscaldamento termico finale dell’impasto.
L’impastatrice a spirale è adeguata per ogni tipo di impasto.
Il suo vantaggio è la riduzione dei tempi di lavorazione, per l’impasto della pizza impiega circa 10- 12 minuti, offre impasti di ottima qualità molto sviluppati, soffici e omogenei.

Tra le varie tipologie di impastatrice quella a spirale cede maggior calore all’impasto, variando dai 9 gradi per l’impasto diretto e i 18 gradi per l’impasto indiretto, per questo motivo durante l’impasto è fondamentale tenere sotto controllo la temperatura dell’acqua che si userà per l’impasto.
La lavorazione avviene attraverso un braccio di acciaio chiamato spirale che ruota intorno al suo asse verticale.La vasca può avere una rotazione bidirezionale ossia può ruotare in senso orario e antiorario.
Questo tipo di macchina è munita di due velocità, una per la miscelazione degli ingredienti e una per la definizione dell’impasto.

Tavolo pizza

Indispensabile è l’acquisto di un tavolo per stendere l’impasto. La scelta di questo elemento dipende dagli spazi disponibili a dal numero di pizze che si produrranno.
In caso di spazio sufficiente è consigliato prendere una tavolo ampio, con un piano di marmo la cui altezza deve essere tra gli 85 e i 90 cm.
Puoi anche scegliere un banco che oltre a fungere da piano di lavoro sia munito di cassettiera per contenere l’impasto.

Vetrina refrigerata porta ingredienti

Dopo aver stabilito quanti tipi di pizza produrre scegliere una vetrina refrigerata per disporre in modo separato gli ingredienti per la farcitura delle pizze.
Sempre se lo spazio lo permette si consiglia una vetrina con varie bacinelle, nel caso lo spazio sia ridotto si potrebbe optare per un banco pizza con vetrina refrigerata.

Vetrina calda da esposizione

Per esporre il vostro prodotto mantenendolo caldo si sconsiglia quelle a bagnomaria in quanto rendono umida la pizza facendogli perdere la sua croccantezza optate per una vetrina ventilata.

Frigorifero 700 o 1400 litri

Per il frigorifero è importante scegliere bene. Assicuratevi una macchina che non produca condensa o acqua da raccogliere, che abbia dei consumi contenuti e rumori inesistenti con con interno in acciaio e pareti arrotondate che facilitano la pulizia, e possibilmente munito anche di celle per i surgelati.

Tagliamozzarella

In una pizzeria non può mancare un tagliamozzarella visto che la mozzarella è l’ingrediente principale. Si può optare sia per una manuale che elettrica. quella elettrica da possibilità di triturare anche le verdure che in pizzeria non mancano.